Storia del nostro primo passeggino! *ADV

mercoledì 3 aprile 2019
Ricordo come fosse ieri quanto fossi bombardata di informazioni durante la gravidanza.
La borsa dell'ospedale, i must have per i primi giorni e tutto ciò che eventualmente, ma non necessariamente, sarebbe potuto tornare utile: il mio cervello fumava!

Il passeggino era la ciliegina sulla torta: quale?
Come sceglierlo?

Quando Bébé Confort mi ha contattato per diventare Ambassador del brand ho pensato fosse un segno del destino.
Avendo quindi imparato qualcosa sull'argomento, dopo questi primi sei mesi come mamma, sono qui a scrivere un post con tutte le info utili tenendo a mente anche le domande che mi avete fatto su Instagram in questi mesi.

Il passeggino che ci ha accompagnato in questi primi mesi è il LILA, il trio LILA.

Ovetto Pebble Plus, Passeggino con seduta che diventa culla e navicella Oria.

Il Pebble Plus, con la base Isofix 2wayfix è la primissima cosa che userete per tornare a casa dall'ospedale.

Non dimenticherò mai il momento in cui l'abbiamo adagiata come un gioiello prezioso all'interno dell'ovetto... era così piccola!
Adesso che ha quasi sei mesi abbiamo tolto il riduttore interno perché è così grande che non serve più... il tempo vola.




Il giorno che l'abbiamo portata a casa

In questo ovetto si sentiva molto protetta, infatti specialmente nel corso dei primi mesi si è fatta delle lunghe dormite nel Pebble Plus montato sulla base passeggino.



Questa è stata una delle comodità più grandi: poter viaggiare in auto in sicurezza e montare l'ovetto direttamente sul passeggino per fare una passeggiata a piedi senza dover trasportare nessun altro pezzo del trio.

In generale ho sentito che questo era un passeggino stabile, sicuro. Non ho mai avuto timori, la vedevo dormire beatamente nonostante marciapiedi, strisce pedonali, gradini etc.
Penso che all'inizio tutte le mamme abbiano un leggero timore nell'uscire, soprattutto in città.
Per questo il passeggino deve dare sicurezza, essere ben "ammortizzato"e avere ruote grandi, oltre che materiali di qualità che durino nel tempo.

Per le passeggiate a piedi, senza macchina, i primi tempi la navicella è stata la scelta più giusta per lei.
È una vera e propria culla on the go, con materassino ergonomico e cappottina coprente.
Si aggancia alla base con un click senza il rischio di svegliare il bambino.
Utilissimo anche il coprigambe per proteggere da vento, sole, pioggia.
È consigliata da 0 a 6 mesi, e in effetti è proprio in queste prime fasi che si rivela la scelta più comoda per il piccolo/a.




Navicella e passeggino con il Winter Pack, 
per tenere le mani al caldo nelle giornate più fredde


Menzione d'onore per me va sicuramente al passeggino con la seduta che si trasforma  in culla, ovvero la parte del trio che abbiamo utilizzato e che utilizziamo di più.

Leggero, facile da agganciare alla base (la base si chiude con una sola mano, ve lo avevo detto??) e utile per passeggiate brevi o lunghe.

Brevi, nella posizione dritta; lunghe quando trasformata in culla, ovvero in posizione orizzontale.

Si chiude con una calamita e può quindi essere tenuta aperta, oppure chiusa.
All'interno c'è anche il Nap keeper, ovvero una protezione oscurante e traspirante che protegge da vento, sole, luci, insetti.
Anche in questo caso c'è un riduttore ergonomico per i piccolissimi, quindi nessun pericolo!
Le cinture di sicurezza interne permettono di tenere sempre il piccolo al sicuro.
Ci siamo trovati benissimo anche a prendere metropolitana e treno con questa modalità del trio: addirittura darle il biberon on the go tenendo la seduta dritta è stato comodissimo per evitare reflusso!




Insomma, il trio è diventato parte integrante delle nostre giornate e abbiamo trovato le nostre abitudini.
Anche fare la spesa con il passeggino è diventato un vantaggio perchè il cestello diventa una borsa capiente dove mettere tutto, ma tutto tutto!

Vi lascio il link al sito di Bébé Confort per scoprire qualcosa in più sui loro passeggini. 

2 commenti on "Storia del nostro primo passeggino! *ADV"
  1. buongiorno Sistiana,ho letto attentamente la descrizione forse perché mi interessano anche le automobili e ogni tanto me le studio hahah ;-) alla fine ho visitato persino il sito di bebé confort pur non occorrendomi al momento l'articolo ma non si sa mai...sei stata perfetta e colgo l'occasione per farti gli auguri per la nascita della tua splendida bambina!

    RispondiElimina
  2. Questo è un annuncio pubblico per tutti coloro che vogliono vendere un rene, abbiamo pazienti che hanno bisogno di un trapianto di rene, quindi se siete interessati a vendere un rene, contattateci sulla nostra email all'indirizzo iowalutheranhospital@gmail.com
    Puoi anche chiamarci o scriverci su whatsapp al +1 515 882 1607.

    NOTA: la tua sicurezza è garantita e il nostro paziente ha accettato di pagare grandi somme di denaro a chiunque accetti di donare un rene per salvarlo. Speriamo di sentirti, così puoi salvare una vita.

    RispondiElimina