Ciao Ciao Amore Mio.

lunedì 19 gennaio 2015



Ciao Ciao Amore Mio.

Nel 2011 ti ho comprato a New York City.

Sei arrivata a casa, nell'appartamento di East Harlem dove c'era sempre puzza di fritto e il rumore del "coso" antincendio che bippava a tutte le ore.

Per farti più bella ti avevo regalato una lente 50mm 1.8, che era quella che costava meno ma che faceva comunque la sua porca figura, e siete state unite per tutto il tempo.

In tre anni mi hai visto bionda, mora, rossa. 
Mi hai visto piangere, ridere, vocalizzare innumerevoli parolacce e cantare.
Hai viaggiato con me. 
Da New York a Los Angeles, dall'East Side a Corso di Porta Ticinese.
Hai visto la Svezia, il Trentino Alto Adige.
Hai filmato alcuni dei miei video preferiti, come il Vlogometraggio "Un Weekend d'Amore", la My Moki Routine, la mia prima volta in uno studio d'incisione a Manhattan, quello dove andava anche Mariah Carey, che per pagare un'ora di registrazione delle batterie di "LOVE" avevamo dovuto fare la fame per settimane, anche se la gente non ci crede, che non ci crescevano i dollari sugli alberi.
Ma tu mi hai sempre detto "Lasciali parlare, tu intanto filma quello che vedi coi tuoi occhi attraverso la mia lente".
Sei stata la prima macchina fotografica a immortalare il musetto dell'amore della mia vita: Moki.

Amica, tu sai che io non sono pazza se mi scende una lacrima.
Ho sempre pensato che anche tu avessi un cuore, non sei mai stata solo un oggetto per me.

Avevo pensato di sostituirti con un modello più moderno, ma poi ho realizzato che in fondo tu andavi bene così com'eri, e che bisogno non c'era.

Poi, qualche giorno fa, hai iniziato ad essere strana.. ti spegnevi, poi ti riaccendevi, e lo facevi con ognuna delle batterie che avevo collezionato per te.
Si ne avevi più di una, perchè si sa, avevi una batteria un po' scarsa, ma io non te lo facevo pesare.
Pensavo che magari ti sarebbe passata, ma poi, alla fine, ti sei spenta.
Tutto è diventato nero.
E non ti sei più riaccesa.

Ti porterò in assistenza, farò tutto ciò che è in mio potere per farti tornare da me.
Ma in caso non dovessi riuscire a salvarti dal paradiso delle cose tecnologiche, o in caso mi chiedessero di spendere la stessa cifra che spenderei per ricomprarti nuova, voglio dirti che porti via con te un pezzo di me.
Delle mie visioni, della mia creatività.
E mai, mai nessuna dopo di te avrà lo stesso valore, perchè sei stata la prima.

Grazie per questi anni di servizio, per essere venuta con me ovunque.
Per aver accettato i nuovi e i vecchi fidanzati, l'arrivo di un nuovo cane, il cambio di più case.


Ciao Ciao Amore Mio, sei stata una Reflex fenomenale.

p.s. per chi non lo sapesse la mia reflex è o forse dovrei dire era una Canon 600D, o Rebel t3i. :(
13 commenti on " Ciao Ciao Amore Mio."
  1. Noooooo!!!!!!!! speriamo sia "aggiustabile"!!! con poco....
    come sempre con poesia hai fatto vivere un oggetto inanimato come se fosse una persona :'(
    xoxoxo <3

    RispondiElimina
  2. come il post che scrivesti per la tua vecchia chitarra a NY...
    mi dispiace Sistiana,quanti ricordi :(

    ma,bando alle ciance,che una nuova reflex sia con te!!!!!!!!!! :))))

    RispondiElimina
  3. Che dolce:3
    vedrai che se anche dovesse cambiare ci saranno altre mille avventure da riprendere ;)
    un bacione, Sisti!!
    Chiara :)

    RispondiElimina
  4. spero che tu possa sistemarla con poco e che possa accompagnarti in mille altri viaggi e mille altre avventure! In bocca al lupo Sisty...questo post è davvero magnifico :)

    RispondiElimina
  5. Nuuuu! Ma anche nel caso dovesse lasciarti definitivamente si merita un funerale ed una sepoltura come si deve! la devi riciclare !!! ....magari potresti chiederci come chissà che proposte tiresti fuori...io per esempio la vedo bene tutta dipinta di blu appesa con una piccola foto nell'occhio oppure appoggiata su un piano con un mini cactus al centro..sto scherzando....ma neanche troppo!

    RispondiElimina
  6. è sempre un piacere leggerti!!! anche nelle piccole disavventure ci fai vivere delle storie,ti stimo!!!

    RispondiElimina
  7. Davvero una bella macchina. Ho avuto il piacere di provarla. E da allora è diventato uno dei miei oggetti dei desideri. Peccato che il prezzo non accenni a scendere, rimanendo fisso sui 450 euro o su.

    Spero che resusciti ^^'

    RispondiElimina
  8. Tra un sorriso ed un po' di magone ho letto il post comprendendo ciò che dici. La mia 600D, -chiamata Cassiopea- è una certezza durante le cose più belle: viaggi, feste, attimi.
    Quando non ci sarà più nulla da fare si potrà sostituire, ma non avrò più la reflex con cui ho condiviso tantissimi momenti.
    Ma non tutto è perduto; speriamo che i chirurghi informatici sappiano resuscitarla :)

    Alice

    RispondiElimina
  9. Sistiana quanto ti capisco! la mia prima reflex mi è stata regalata dai miei a 15 anni, una nikon e non la cambierei con nessuna al mondo! speriamo che guarisca presto! una Bacio S. <3

    RispondiElimina
  10. La mia Nikon invece non è ancora nata e già soffro la sua assenza

    RispondiElimina
  11. State cercando un prestito d'affari? prestito personale, prestito casa, prestito auto, prestiti agli studenti, prestito di consolidamento del debito, prestiti non garantiti, venture capital, ecc... O hanno è stato rifiutato un prestito da una banca o un istituto finanziario per qualsiasi motivi. Sono collins walter, un finanziatore privato, prestiti ad aziende e privati in un tasso di interesse basso e conveniente del tasso di interesse del 2%. Se siete interessati? Contattaci oggi a (collinswalter604@gmail.com) e ottenere il vostro prestito oggi

    RispondiElimina